Ultima modifica: 26 aprile 2018
Convitto Nazionale Canopoleno > Docenti > PREMIO NAZIONALE “Giornalista per un giorno”

PREMIO NAZIONALE “Giornalista per un giorno”

Canopolando premiato a Chianciano

Ragazzi e ragazze, dalle elementari alle superiori, di ogni parte d’Italia, si sono incontrati a Chianciano Terme, dal 16 al 20 aprile scorso, per vivere l’indimenticabile esperienza dell’annuale premiazione delle eccellenze nazionali del giornalismo scolastico giunta alla sua XV edizione dell’ “Albo Scuole Festival”.

 

Poco meno di cento istituti scolastici italiani di ogni ordine e grado, 2300 studenti, 200 professori e 20 presidi sono i numeri di questa edizione.

Cinque giorni intensi durante i quali si sono susseguiti workshop che hanno coinvolto su argomenti quali il giornalismo, il riciclo dei materiali plastici, la legalità, la cittadinanza, e poi danza e musica. E naturalmente le premiazioni con le immancabili feste serali all’interno del Palamontepaschi.

 

A questa settimana di festa ha preso parte anche una delegazione della redazione di “Canopolando” il giornalino scolastico del Convitto Nazionale Canopoleno, interamente composta da ragazzi che frequentano la scuola media annessa al Convitto, che ha avuto la soddisfazione di ricevere, per il quinto anno consecutivo, il premio nazionale “Giornalista per un giorno” classificandosi tra le migliori 100 redazioni italiane ed entrando di fatto nell’élite del giornalismo scolastico nazionale.

 

Una soddisfazione doppia perché per la prima volta viene premiato anche il giornalino fatto dai bambini della scuola primaria della terza B, il “Canopolando Junior”, sotto l’attenta conduzione dell’educatrice Simonetta Cugurra.

 

Una bella esperienza per i ragazzi (Alessando Ennas, Francesco Faedda, Lorenza Fois, Pietro Ledda, Beatrice e Sofia Lo Chiano, Ilaria Poddighe) che hanno partecipato all’evento assieme al direttore del giornalino Mario Fenu ricevendo gli elogi per il loro lavoro, dal presidente nazionale di Albo Scuole, Ettore Cristiani.

Un’esperienza che li ha messi davanti ad una realtà nuova quanto intensa ed emozionante potendo confrontarsi con coetanei di ogni parte d’Italia rendendoli ancora più orgogliosi di far parte della redazione del loro giornale scolastico “Canopolando”.