Ultima modifica: 27 gennaio 2016
Convitto Nazionale Canopoleno > Il Liceo Classico Europeo

Il Liceo Classico Europeo

Liceo Europeo-Canopoleno

QUADRO ORARIO LICEO EUROPEO 2016-2017

Il Liceo Classico Europeo

Il progetto di “Liceo Europeo” si ispira agli articoli 126-127-128 del trattato di Maastricht in cui si auspica una dimensione “europea” dell’insegnamento e la diffusione delle Lingue degli stati membri per il miglioramento della conoscenza della cultura e della storia dei popoli europei.
Il Liceo Classico Europeo è una Scuola secondaria di secondo grado, è quinquennale ed opera secondo gli ordinamenti della Scuola di Stato italiana. Al termine del quinquennio rilascia il diploma di maturità classica.
I riferimenti culturali del Liceo Classico Europeo sono la tradizione umanistica e linguistica, lo sviluppo scientifico, l’espressione artistica e l’attenzione alle scienze giuridico-economiche e alle loro interconnessioni.
Il Liceo Classico Europeo è pertanto un corso sperimentale che consente di conseguire un diploma di indirizzo classico-umanistico, con un potenziamento di due lingue straniere curricolari.
Le materie di studio e soprattutto la metodologia dell’insegnamento, ispirata all’innovazione, promuovono il raggiungimento delle seguenti
finalità specifiche:
– individuare i tratti comuni e le specificità nazionali che costituiscono l’identità europea per diventare consapevoli, attraverso lo studio delle lingue classiche, dell’origine e del fondamento comuni dell’Europa
– acquisire la conoscenza di due lingue moderne, presupposto per il dialogo e l’interazione tra giovani europei delle Scuole Secondarie, anche attraverso l’insegnamento di alcune discipline curricolari in Lingua straniera da parte di Docenti madrelingua
– ottenere una preparazione scientifico-matematica secondo gli standard previsti nei principali Paesi dell’Unione Europea
– acquisire la conoscenza di fondamentali nozioni di carattere economico-sociale mediante l’insegnamento di “Diritto ed Economia”
– utilizzare le esperienze di scambio culturale per sviluppare una rete di relazioni europee ed extraeuropee.

In linea con le indicazioni del DM 139 del 22 agosto 2007, con le raccomandazioni del Parlamento Europeo e del Consiglio Europeo (trattato di Lisbona 2007), il Liceo Classico Europeo, grazie anche alla molteplicità delle discipline impartite ed alle materie veicolate in lingua straniera, si propone di promuovere negli studenti il raggiungimento delle seguenti competenze chiave:
 Comunicazione nella madre lingua
 Comunicazione nelle lingue straniere
 Competenze matematiche e competenze di base in scienze e tecnologie
 Competenza digitale
 Imparare ad imparare
 Competenze sociali e civiche
 Consapevolezza ed espressione culturale

Per facilitare il raggiungimento di tali obiettivi, vengono organizzati dei percorsi culturali che coinvolgono discipline appartenenti al medesimo asse disciplinare (asse dei linguaggi, asse matematico, asse scientifico-tecnologico, asse storico-sociale).
L’organizzazione interdisciplinare dell’insegnamento è volta alla realizzazione di percorsi culturali coerenti, organici, che permettano allo studente di apprendere e sviluppare, sempre nella prospettiva europea, le sue conoscenze, abilità e competenze.

Peculiarità del curricolo europeo
Accorpamento del Greco e del Latino in un’unica materia (Lingue e letterature classiche);
studio di due lingue straniere (Inglese e Spagnolo/Francese/tedesco)
studio dell’economia e del diritto;
studio della geografia per tutto il quinquennio;
studio della storia dell’arte per tutto il quinquennio
materie curricolari veicolate nella seconda lingua
metodologia clil (biennio)
materia curricolare veicolata nella seconda lingua (triennio)

Struttura convittuale
Il Liceo Classico europeo necessita per la sua attuazione della struttura convittuale, che consente di ampliare il tempo-scuola (38/42 ore settimanali) e di ricondurre in parte lo studio individuale degli alunni alla guida dei docenti e degli educatori.
La struttura del Convitto, infatti, consente le seguenti possibilità di scelta:

 il convitto che prevede ospitalità con vitto, alloggi e servizi;
 il semiconvitto che comprende il pranzo e le attività pomeridiane dal lunedì al venerdì fino alle ore 18:00.
Educatori
La figura dell’educatore collabora per le attività extracurricolare e ,qualora il docente lo ritenga opportuno, può essere coinvolto anche per lo svolgimento delle attività di laboratorio.

Modalità e processi di apprendimento
Un elemento di originalità del progetto è costituito dal particolare processo di apprendimento e dalla conseguente impostazione del tempo-scuola, che prevede per tutte le discipline distintamente “lezioni frontali” ed “attività di laboratorio culturale”; Questa impostazione corrisponde all’esigenza di rendere più efficace l’azione didattica e più proficuo l’apprendimento degli allievi.

Laboratorio culturale
Il Laboratorio Culturale è una delle peculiarità più significative del Progetto del Liceo Classico Europeo: attore principale è lo studente che, guidato dal docente e con la collaborazione dell’educatore, ripercorre l’itinerario tracciato nella lezione, verifica le soluzioni proposte dal docente attraverso idonee esperienze guidate, mette a frutto il supporto della documentazione, amplia e approfondisce le informazioni che gli sono state offerte, sistema, riassume e riproduce il complesso delle acquisizioni. Le attività che l’allievo svolge nelle ore del laboratorio gli consentono di acquisire gli strumenti idonei a valutare il proprio percorso di apprendimento. Il laboratorio è il luogo adatto alla proficua realizzazione delle attività di sostegno e recupero per gli allievi con difficoltà di apprendimento o per il potenziamento delle abilità degli allievi eccellenti.
Ciascuna delle discipline impartite prevede sempre ore di Laboratorio Culturale oltre alle lezioni frontali: questo significa che ciascun docente deve programmare le proprie attività prevedendo esercitazioni, rielaborazioni, ricerche.

Docenti di conversazione (lettori)
I docenti di conversazione inglese, spagnola, francese e tedesca sono preposti alla attività di conversazione con e tra gli alunni, in compresenza col docente di lingua straniera, sia nelle attività curricolari che in quelle integrative del curricolo. Collaborano nella programmazione, nello svolgimento delle lezioni, nel laboratorio culturale, nelle attività di recupero, nella somministrazione delle prove. La lezione di lingua straniera è pertanto gestita da due docenti in compresenza.

CLIL
Il CLIL (Content and Language Integrated Learning) è l’apprendimento integrato di lingua e contenuti: tale modalità è applicata alle discipline non linguistiche e prevede che si impari una lingua mentre si impara un contenuto, nella convinzione che non sia tanto imparare una lingua, ma imparare ad usare una lingua a garantire un apprendimento efficace.
Si prevede la somministrazione di moduli flessibili in CLIL: tali moduli sono articolati come percorsi interdisciplinari e si focalizzano su tematiche di particolare rilievo.
In particolare:
I Anno: piccoli moduli CLIL di geografia in lingua inglese
II Anno: moduli clil di diritto in inglese e di storia dell’arte nella seconda lingua

Materie veicolate in lingua straniera (seconda lingua)
Docenti: Docenti di madre lingua
Materie: Diritto, Storia
A partire dal triennio una disciplina del curricolo verrà interamente veicolate in lingua straniera: i contenuti disciplinari verranno insegnati e appresi integralmente in lingua insegnata e appresa anche per mezzo dei contenuti disciplinari.

Laboratori
Gli alunni del Liceo Classico Europeo utilizzano tutte le strutture disponibili nella scuola. Ciascun alunno ha anche a disposizione uno spazio personale dove depositare i propri libri e altro materiale.
Sono in via di attivazione e perfezionamento aule speciali per i laboratori culturali. Si tratta di aule dotate di postazioni PC e connessione internet per favorire al meglio le attività del laboratorio culturale.
I laboratori di fisica e scienze sono in attesa di ristrutturazione

Aule e strutture
Le aule hanno ad oggi un setting tradizionale con la lim e connessione internet.
È in progettazione il riordino del setting, mediante acquisto di banchi modulari per favorire le attività laboratoriali

Attività previste
 Viaggio di istruzione nel paese della seconda lingua (primo anno)
 Stages di lingua inglese (II Anno)
 Erasmus plus

Certificazioni
 Conclusione Primo biennio
 Conclusione secondo biennio

Curricolo e Tempo scuola
Ore da 60: La peculiarità di questo indirizzo di studi è costituita dalla ricchezza della struttura curricolare e quindi dall’elevato monte ore settimanale di lezioni che si distribuisce su cinque giorni, dal lunedì al venerdì, con attività didattica anche pomeridiana secondo un orario da 60 minuti.
Tempo scuola da 50 minuti: Nasce nell’ottica di garantire uno snellimento dell’orario pomeridiano affinché gli studenti abbiano il tempo necessario per la rielaborazione e riflessione autonoma.
Le eccedenze verranno utilizzate per attività di rinforzo, recupero e ampliamento del curricolo (eventuali uscite sul territorio).
Scansione modulare del curricolo
Ai fini di una più efficace e snella organizzazione didattica, volta a ottimizzare i tempi e i ritmi di apprendimento, si prevede un’articolazione compattata per blocchi con conseguente cadenza periodica nell’alternanza di alcune discipline.

 

* A partire dall’anno scolastico 2016/17 l’articolazione oraria prevederà unità di 50 minuti